HomeCosa facciamoSquadre Agonistiche49erMATTEO GRITTI ritorna dal Campionato europeo 49er in Polonia

MATTEO GRITTI ritorna dal Campionato europeo 49er in Polonia

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

Pubblichiamo l'allegato  resoconto del nostro atleta Matteo Gritti che con la classe 49er ha partecipato in Polonia a Danzica al campionato europeo.

E' quasi un romanzo, ed è abbastanza inusuale da parte di Matteo che è spesso sintetico e sostanziale; quindi vi consiglio di leggerlo bene e conservarlo come un cimelio nella vostra biblioteca informatica.

A partre gli scherzi, l'equipaggio si è comportato bene e prosegue tenacemente la sua marcia in vista delle Olimpiadi del 2012.

Buon vento ragazzi.

Lino Locatelli

(clicca sotto per continuare a leggere...)

 

ecco il testo di  MATTEO :

" Vi invio il resoconto del campionato europeo a cui ho partecipato a Gdynia in Polonia, vicino a Danzica, sul mar baltico.

Il posto è veramente piacevole, caldo ma non troppo, barche in un enorme spiaggia, zona turistica quindi sempre affollata, bel vento e campi di regata veramente vicini alla costa (anche troppo a volte).

 

Qui a Gdynia sono presenti 82 barche provenienti da tutto il mondo visto che il campionato, purtroppo, è open quindi sono ammessi anche gli extraeuropei.

Siamo divisi in due flotte per i primi tre giorni di qualifica. Alla fine di questi tre giorni saremo divisi in tre gruppi: gold (primi 25), silver e bronze divisi equamente per il restante numero di barche.

 

Day 1: Il primo giorno sono in programma tre prove, c'è poco vento (condizioni a noi favorevoli visti i nostri 142kg circa). Esordiamo quindi con un ottimo 5° posto, seguito purtroppo da due piazzamenti non altrettanto buoni. Il campo comunque è molto difficile anche a causa della vicinanza alla costa che, favorisce si la vista al pubblico (la boa di bolina era a 20m circa dalla spiaggia), ma rende la lettura tattica del campo veramente ardua con vento proveniente da terra. Nonostante tutto, a testimonianza della difficoltà del percorso, in classifica generale siamo al 17° posto (su 82 barche) non male direi anche se non ci montiamo la testa visto che la regata è comunque ancora molto lunga.

 

Day 2: Oggi sono in programma quattro prove da tre giri l'una (alquanto faticoso direi) vento leggermente più sostenuto di ieri e campo appena fuori dal porto. Anche oggi partiamo bene, 5° posto, ma continuiamo non benissimo (anche a causa di un paio di partenze da dimenticare) rimanendo comunque nei 20 in batteria. Il campo è sempre più difficile, salti di vento fino a 30° e variazioni di intensità notevoli. Finiamo la giornata trentatreesimi in classifica generale. Ci allontaniamo dunque dal "miraggio" della gold fleet.

 

Day 3: Ancora 3 prove vento in deciso aumento e come al solito "bello bucato" con boa di bolina sempre vicina alla spiaggia. Salviamo la giornata con i parziali 20, 11, 15 ma la gold è decisamente andata. (anche a causa della presenza di almeno 5 equipaggi extraeuropei nei primi 25 posti)

 

Day 4: Cominciano le finali, siamo in silver fleet ed è dura, molto dura. Onda formata ma corta e influenzata dalla vicina costa, vento sostenuto circa 20 nodi... sembra di essere sul "blue tornado" a gardaland per intenderci. Insomma decisamente non le nostre condizioni. Chiudiamo la lunga giornata con un 15 e un 22.

 

Day 5: Giornata calda e poco ventosa, usciamo nel tardo pomeriggio dopo che la gold e la bronze fleet disputano 3 prove. Il vento è una termica di 4 nodi circa e la nostra sensibilità nel condurre il "mezzo" ci premia con un secondo posto alla boa di bolina e un primo nella seguente boa al lasco. Purtroppo il vento cala drasticamente e la prova viene annullata. Peccato, portare a termine questa prova ci avrebbe permesso di fare un balzo avanti in classifica. Rientriamo a terra e archiviamo anche questa giornata.

 

Day 6: Ultimo giorno, usciamo in acqua verso mezzogiorno per disputare 2 prove. Il vento è stabile intorno ai 10 nodi, sbagliamo la partenza della prima prova e ci ritroviamo nel gruppetto di mezza classifica dal quale riusciamo a uscire ma purtroppo con una protesta da parte di un equipaggio spagnolo. A terra dopo la discussione sarà un DSQ per noi. Nella seconda e ultima prova concludiamo con un 16. Rientro a terra e, dopo 1500 km e circa 19 ore in macchina, arriviamo a destinazione.

 

 

In conclusione direi una buona prestazione. A due anni dall'olimpiade il livello è veramente alto e noi ci stiamo avvicinando abbastanza velocemente all'obbiettivo. Dobbiamo migliorare la nostra velocità con vento forte ma le premesse per far bene, anche in quelle condizioni, ci sono tutte. A tal proposito saremo a Weymouth (sede delle olimpiadi 2012) con la nazionale per allenarci in condizioni di onda, vento e corrente per tutto il mese di agosto.

 

I nostri futuri impegni saranno:

 

Agosto 2010

 

2-7= Allenamento FIV Weymouth (GBR)

9-14= Regata World cup Sail for Gold Weymouth (GBR)

23-28= Allenamento FIV Weymouth (GBR)

 

Settembre 2010

 

4-5= Regata nazionale Punta Ala

6-11= Allenamento FIV Weymouth (GBR)

23-26= Campionato Italiano Classi Olimpiche Formia"

 

Matteo Gritti

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Luglio 2010 18:56

 

I Nostri Sponsors e Sostenitori

  • Sponsor AVAS
  • Sponsor AVAS
  • Sponsor AVAS
  • Sponsor AVAS
  • Sponsor AVAS

messina

Amici AVAS

  • Amici AVAS
  • Amici AVAS
  • Amici AVAS

portoturistico

Registrazione Utenti

Free Joomla Templates by JoomlaShine.com